Provincia di OristanoProvincia di Oristano

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Vai al menu del sito



Sezioni del sito:

Vai su


Contenuti

I prodotti oristanesi verso il mercato cinese

27 ottobre 2011

A suo tempo era stato Romano Prodi a sostenere l’esigenza che l’Italia intensificasse gli scambi commerciali con la Cina, considerato che sin dagli anni '80 e '90 era uno dei paesi emergenti. Così è stato, al punto che l’interesse della Cina verso l’Italia si è esteso e così anche le nostre dinamiche commerciali verso quel paese sono cresciute e sviluppate. Ma si è ancora agli inizi di un percorso suscettibile di consolidamento e sviluppo ed in questa direzione si colloca la missione messa a punto dalla Provincia di Oristano che dal primo al quattro novembre prosimo sarà in Cina per la presentazione di alcuni prodotti d’eccellenza e tra questi bottarga, pane, olio, formaggi, vini, in rappresentanza dei prodotti agricoli dell’Oristanese.

La delegazione ufficiale in capo alla Provincia sarà composta dall’assessore alle attività produttive e al turismo Gianfranco Attene, che nel corso degli incontri avrà il compito di presentare le caratteristiche delle nostre produzioni e le valenze turistiche e culturali del territorio e la dirigente del settore che seguirà tutte le fasi operative di una trasferta che si presenta assai impegnativa. Agli eventi in programma, tra i quali un incontro a Pechino con l’ambasciatore italiano Iannucci previsto per il quattro novembre, prenderà parte anche il presidente della Provincia, Massimiliano de Seneen che pur non facendo parte della delegazione ufficiale dell’Ente, in quei giorni, a titolo personale, sarà in Cina partecipando anche alla cerimonia inaugurale della rassegna.

Una elitè di consumatori di quel paese è, infatti, interessata alle produzioni integre e di alta qualità e, per questo, il paniere sarà accompagnato da una presentazione scientifica che illustrerà le caratteristiche organolettiche e nutrizionali di quanto verrà esposto anche attraverso una degustazione rivolta agli importatori alimentari cinesi e all’alta ristorazione.

L’edizione 2011 di “China Fisheries&Seafood Expo”, che raduna compratori e venditori di prodotti ittici e alimentari rappresentanti dei mercati più importanti ed in maggiore crescita e sviluppo, si svolgerà a Qingdao, città posta nel Nord-Est della Repubblica Popolare Cinese, già sede delle competizioni veliche 2008 dei Giochi Olimpici di Pechino. La Provincia di Shhandong, nella quale si trova la città, ospita circa 7 milioni di abitanti ed è considerata il centro industriale di trasformazione dei prodotti ittici più importante di tutta la Cina. Si calcola che il giro d’affari del solo settore superi i 5 miliardi di dollari americani, mentre le importazioni hanno avuto un valore di 3,6 miliardi di dollari. L’edizione 2010, svoltasi a Dalin, ha visto la partecipazione di 743 espositori provenienti da 35 paesi e oltre 19 mila qualificati acquirenti in rappresentanza di 70 nazioni.

La missione della Provincia di Oristano si svolge con la collaborazione tecnica della West Sardinia, azienda che si occupa dell’esportazione di prodotti alimentari tipici della Sardegna. Costo dell’iniziativa 12 mila euro comprensivi della organizzazione di uno stand istituzionale, gestione logistica, assistenza delegazione, servizi di traduzione, organizzazione dell’evento, acquisto prodotti, affitto sala.

China Fisheries & Seafood Expo

 

Altre notizie - Archivio

Canali tematici

  • Ambiente
  • Attività produttive
  • Cultura
  • Formazione professionale
  • Lavoro
  • Politiche sociali
  • Pianificazione e Programmazione
  • Trasporto Pubblico Locale
  • Protezione Civile
  • Pubblica Istruzione
  • Sport e politiche giovanili
  • Turismo ed eventi
  • Ufitziu Limba Sarda
  • Viabilità
  • Gestione Faunistica
Home | Contatti | Mappa | Credits | ConsulMedia 2010 | Area riservata | Note Legali | Privacy | @ Provincia di Oristano - Tutti i diritti riservati

Vai su