Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Procedimento di valutazione ambientale strategica (VAS)

Il procedimento di valutazione ambientale strategica prevede le seguenti fasi:

 

a. Attivazione preliminare

L’autorità procedente trasmette alla Provincia di Oristano la comunicazione di avvio del procedimento di VAS del Piano e del Programma, secondo quanto riportato nell'Allegato 1 (VAS), allegando il documento di analisi preliminare di sostenibilità ambientale. L’intenzione di avviare il procedimento di valutazione ambientale strategica deve essere resa nota attraverso i rispettivi siti istituzionali dell’autorità procedente e della Provincia di Oristano

 

b. Fase preliminare o di scoping

Il proponente predispone un documento preliminare detto documento di scoping contenente le indicazioni riportate nell’Allegato 2 (VAS). I contenuti del documento di scoping devono essere discussi e condivisi con i soggetti competenti in materia ambientale. A tal fine l’autorità procedente/proponente convoca uno o più incontri ai quali partecipa la Provincia ed i soggetti competenti in materia ambientale, precedentemente individuati.

 

c. Elaborazione del rapporto ambientale

Il proponente o l’autorità procedente, tenuto conto di quanto emerso in fase di scoping, provvede alla redazione del rapporto ambientale, il quale costituisce parte integrante del piano o del programma e ne accompagna l’intero processo di elaborazione ed approvazione. Il rapporto ambientale deve contenere le informazioni previste dall'allegato VI alla parte II del D.lgs 152/06 ss.mm.ii e riportate nell’Allegato 3 (VAS)

 

d. Avvio della valutazione ambientale strategica

Ai fini dell'avvio della valutazione ambientale strategica l'autorità procedente deve trasmettere alla Provincia di Oristano, sia in formato cartaceo che su supporto informatico, la seguente documentazione:

  • proposta di piano e programma;
  • rapporto ambientale, compresa la sintesi non tecnica;
  • studio di incidenza ambientale redatto ai termini dell’art. 5 del D.P.R. 357/97 (e s.m.i.), qualora il piano o programma interessi aree appartenenti alla Rete Natura 2000 (S.I.C. e/o Z.P.S.). Lo Studio di Incidenza dovrà essere trasmesso, al fine di acquisirne il parere di competenza - al Servizio SAVI della Regione Sardegna -Ufficio valutazione di incidenza.

La proposta di piano o programma, unitamente al rapporto ambientale, alla sintesi non tecnica e allo studio realizzato ai fini della valutazione di incidenza ambientale, qualora prevista, sono messi a disposizione dei soggetti competenti in materia ambientale e del pubblico.

A tal fine la documentazione è depositata anche presso gli uffici del proponente e/o dell'autorità procedente e di eventuali altre province il cui territorio risulti interessato dagli impatti derivanti dall’ attuazione dal piano o programma.
L'autorità procedente, inoltre, cura la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione dell'avviso di deposito (Allegato 4 VAS) nel quale dovranno essere specificati:

  • il titolo della proposta di piano o programma;
  • il proponente;
  • l'autorità procedente;
  • le sedi ove è possibile consultare la documentazione oggetto di valutazione.

Infine, il piano o programma, congiuntamente al rapporto ambientale, alla sintesi non tecnica e allo studio di incidenza ambientale, qualora previsto, dovranno essere resi disponibili sul sito istituzionale della Provincia di Oristano e dell’autorità procedente.

 

e. Svolgimento delle consultazioni

La procedura di VAS prevede che i soggetti con competenze ambientali (SCA) e il pubblico interessato dall'attuazione del Piano abbiano la possibilità di esprimere la loro opinione nelle varie fasi della Valutazione Ambientale Strategica. La consultazione di soggetti terzi garantisce il rispetto del diritto all'informazione e alla partecipazione alle decisioni nelle finalità della Convenzione di Aarhus.

A tale fine l'autorità procedente deve promuovere, tra il 15° e il 45° giorno dalla data di pubblicazione sul BURAS dell’avviso di deposito, uno o più incontri pubblici di valenza territoriale dandone adeguata pubblicità mediante pubblicazione dei calendari sul proprio sito web e su quello della Provincia e ai quali partecipano la Provincia di Oristano, i soggetti competenti in materia ambientale, gli Enti Locali e il pubblico interessato.

Entro il termine di 60 giorni dalla data di pubblicazione sul BURAS della notizia di avvenuto deposito, chiunque può prendere visione della proposta di piano o programma e della relativa documentazione depositata (rapporto ambientale, sintesi non tecnica ed eventuale studio di incidenza ambientale) e presentare proprie osservazioni in forma scritta. Le osservazioni dovranno essere inviate al proponente e/o all’autorità procedente e alla Provincia di Oristano.

 

f. Valutazione del rapporto ambientale e degli esiti della consultazione

La Provincia di Oristano, in collaborazione con l’autorità procedente, svolge le attività tecnico - istruttorie, acquisisce e valuta tutta la documentazione presentata nonché le osservazioni, le obiezioni ed i suggerimenti pervenuti durante la fase di consultazione.

La Provincia entro 90 giorni dal termine ultimo per la presentazione delle osservazioni, emette il parere motivato sulla proposta di piano o programma e sul rapporto ambientale. Il parere motivato può contenere proposte di miglioramento del piano o programma in coerenza con gli esiti della valutazione, al fine di eliminare, ridurre o compensare gli impatti negativi sull’ambiente emersi.

A seguito del rilascio del parere motivato, l’autorità procedente provvede alle opportune revisioni del piano o programma alla luce delle prescrizioni indicate nel parere motivato e trasmette il piano o programma all’organo competente per la sua approvazione.

Qualora il piano o programma necessiti del parere del Servizio SAVI della Regione Sardegna, in merito alla valutazione di incidenza ambientale e/o del parere dell’Agenzia del Distretto Idrografico della Sardegna in merito agli studi di compatibilità idraulica e geologica previsti dall’art.8 comma 2 delle norme tecniche di attuazione del Piano di Assetto Idrogeologico, i termini precedentemente indicati per il rilascio del parere motivato verranno sospesi fino al ricevimento degli stessi.

 

g. Decisione e informazione circa la decisione è la fase di approvazione del piano da parte dell'autorità procedente e la relativa pubblicazione.

Il piano o programma approvato dall’organo competente, unitamente al rapporto ambientale, allo studio di incidenza ambientale, qualora previsto, al parere motivato e alla documentazione acquisita nell’ambito della consultazione, è accompagnato dalla dichiarazione di sintesi, redatta secondo le indicazioni riportate nell’ Allegato 5 (VAS).

La decisione finale (ovvero il provvedimento di approvazione del piano o programma) deve essere pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione, con l'indicazione della sede ove è possibile prendere visione del piano o programma approvato e di tutta la documentazione oggetto dell'istruttoria.

Oltre alla decisione, dovranno essere resi pubblici i seguenti documenti:

  1. 1)parere motivato espresso dalla Provincia di Oristano;
  2. 2)la dichiarazione di sintesi;
  3. 3)misure da adottare in merito al monitoraggio.

 

h. Monitoraggio in-itinere ed ex-post degli effetti ambientali del piano o del programma

Nell'ambito della procedura di VAS, il monitoraggio, così come disciplinato dall'art. 18 del D. Lgs. 4/2008, assicura il controllo sugli impatti significativi sull'ambiente derivanti dall'attuazione del Piano approvato e la verifica del raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità prefissati, in modo da individuare tempestivamente eventuali impatti negativi imprevisti e da adottare le opportune misure correttive.

Al fine di monitorare gli effetti che si realizzano durante la fase attuativa di un Piano o Programma, l’autorità procedente deve predisporre un Piano di Monitoraggio in grado di verificare periodicamente il perseguimento degli obiettivi programmatici e che definisca le modalità per:

  • la verifica degli effetti ambientali riferibili all'attuazione del piano;
  • la verifica del grado di conseguimento degli obiettivi di sostenibilità ambientale individuati nel RA;
  • l'individuazione tempestiva degli effetti ambientali imprevisti;
  • l'adozione di opportune misure correttive in grado di fornire indicazioni per una eventuale rimodulazione dei contenuti e delle azioni previste nel programma;
  • l'informazione delle autorità con competenza ambientale e del pubblico sui risultati periodici del monitoraggio del programma attraverso un'attività di reporting.

Il Piano deve, inoltre, individuare le responsabilità e la sussistenza delle risorse necessarie alla realizzazione ed alla gestione del monitoraggio.

Le informazioni raccolte mediante il monitoraggio devono essere tenute in considerazione nel caso di eventuali modifiche al piano e sempre incluse nel quadro conoscitivo dei successivi atti di pianificazione e di programmazione.

 

Tempistica

Le varie fasi della VAS, come definiti dagli artt. 13-18 D.Lgs. 152/06 e ss.mm.ii., prevedono le seguenti tempistiche:

  • 90 giorni per le consultazioni dei SCA (fase di scoping)
  • 60 giorni per le osservazioni a seguito della pubblicazione dell’avviso di deposito sul BURAS
  • 90 giorni per la fase di valutazione post deposito e rilascio del parere motivato

Allegato 1 (VAS) Avvio della procedura di VAS
Allegato 2 (VAS) Schema contenuto rapporto preliminare di scoping
Allegato 3 (VAS) Schema contenuto rapporto ambientale
Allegato 4 (VAS) Schema contenuto avviso di deposito
Allegato 5 (VAS) Schema contenuto dichiarazione di sintesi