Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Amianto, segnalata una discarica abusiva nei pressi di S.V. Milis

13/04/2012  - 

Sarà bonificata dal Comune di San Vero Milis la discarica abusiva di cemento amianto individuata lungo una strada comunale che congiunge la SP 14 Narbolia - Milis con l'abitato di San Vero Milis. La discarica è stata segnalata lo scorso mese di marzo dall'Associazione Regionale ex esposti amianto della Sardegna, con una nota indirizzata a diversi soggetti istituzionalmente competenti sul problema, nella quale era richiesto l'urgente intervento di bonifica del materiale.

La presenza di numerosi cumuli di cemento amianto è stata accertata nel corso di un sopralluogo, effettuato nei primi giorni di aprile, dai tecnici della Provincia di Oristano congiuntamente con quelli del comune di San Vero Milis e del Dipartimento Provinciale dell'ARPAS, che hanno verificato come la competenza dell'intervento di bonifica ricada nell'amministrazione comunale.

La Provincia di Oristano, da sempre attenta alla problematica dell'amianto, ha assicurato, anche in questo frangente, la massima attenzione e collaborazione, tenuto conto della gravità del caso.

"La lotta contro l'amianto ci trova sempre in prima fila", è il commento dell'assessore all'ambiente Emanuele Cera, in risposta anche alle accuse, riportate nei quotidiani locali, di indifferenza al problema da parte degli enti pubblici. "L'accusa che non può certo neppure sfiorare l'Ente Provincia", ha voluto ribadire Emanuele Cera, "in questi anni abbiamo acquisito importanti risorse e contribuito, attraverso i bandi, allo smaltimento di enormi quantità di amianto bonificando i tetti delle abitazioni private ed anche degli edifici pubblici"

Proprio l'attenzione e la celerità poste in essere nella spendita delle risorse da parte della Provincia di Oristano ha fatto sì che, nello scorso mese di dicembre, la Regione Autonoma della Sardegna, deliberasse per il territorio oristanese un ulteriore finanziamento di 700 mila euro, la somma più alta tra quelle destinate nell'isola.

"A giorni sarà pubblicato il nuovo bando per la concessione di contributi ai privati", ha anticipato l'assessore Cera, "in questo senso ho già programmato una serie di incontri informativi sul territorio che saranno propedeutici all'accesso ai finanziamenti di bonifica."

I criteri di assegnazione presenti in questo nuovo bando presenteranno novità sostanziali rispetto ai precedenti: i contributi saranno concessi nella misura massima del 60% delle spese ammissibili, il contributo massimo erogabile sarà di 5 mila euro e andrà a coprire prioritariamente i costi per la rimozione, l'incapsulamento dei materiali contenenti amianto, il trasporto e lo smaltimento in impianto autorizzato. Le eventuali somme residue andranno a finanziare spese per la progettazione, redazione del piano di lavoro, spese di cantiere, di ponteggio, di analisi e sicurezza, nella misura del 30% dei costi.

Per le strutture private ad uso esclusivamente pubblico, quali scuole, strutture per anziani e disabili nonchè strutture religiose, l'ammontare del contributo non potrà essere superiore a 12 mila euro, nella misura massima del 90% dei costi.