Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Deprovincializzazioni, le precisazioni dell'assessore alla viabilità

08/09/2014  -  Tematiche: Viabilità

In discussione nelle ultime sedute del Consiglio provinciale, le proposte di declassificazione di alcune strade provinciali hanno sollevato in aula un acceso dibattito. Su questo tema l'assessore alla viabilità Gianni Pia ha ritenuto necessario precisare, con una nota, alcuni aspetti che ripercorrono e chiariscono le diverse fasi legate alle deprovincializzazioni, anche a seguito del voto contrario espresso dall'assemblea nell'ultima seduta.

Una prima sottolineatura l'assessore Pia la riserva alla natura strettamente "tecnica" delle proposte, la cui presentazione in aula è "un obbligo istituzionale. Un atto dovuto - scrive Pia - che ha consentito allo stesso Consiglio di potersi esprimere nella sostanza e di decidere in ordine al mantenimento o meno di diverse strade che, secondo la relazione tecnica (a firma del Dirigente, che ne ha proposto la urgente declassificazione) non hanno mai avuto oppure hanno perso, nel tempo, quelle funzioni e caratteristiche che il Codice della Strada prevede debbano possedere per la classificazione come strade provinciali".

Proposte che riguardano solo alcune delle 112 tratte stradali in carico alla Provincia, istruite dall’ufficio tecnico sin dal gennaio del 2012 e immediatamente trasmesse alla VI^ Commissione Consiliare ai lavori pubblici, "la quale - precisa ancora Pia - ha svolto, a più riprese, i sopralluoghi nei siti interessati, esprimendo i pareri di merito, sempre tecnici e non politici, per lo più favorevoli al riguardo".

Nella nota, l'assessore precisa, peraltro, che in totale, a decorrere dallo scorso mese di giugno 2013 sono state iscritte ai lavori del Consiglio ben 13 proposte di declassificazione, di cui 5 già approvate all’unanimità con delberazioni del Consiglio Provinciale:

  • Delibera n. 16/2013 - sp. 44 Mogoro – Masullas - traverse interne 5,0 km.;
  • Delibera n. 37/2013 - sp 10 San vero milis – Punta Tonnara 3,7 km;
  • Delibera n. 40/2013 - sp. 9 - Traverse interne Bauladu – stazione FF.SS. 3,0 km.;
  • Delibera n. 41/2013 - sp 9 traverse interne san Vero Milis 2,0 km.
  • Delibera n. 23/2014 - declassificazione delle traverse interne della s.p. n. 43 km 0+440 e della s.p. n. 51 km 0+620 con la contestuale classificazione della via S. Satta dalla s.p. n. 51 alla s.p. n. 43, in comune di Masullas.

Cinque, dunque, le proposte di deprovincializzazione sulle quali il Consiglio Provinciale ha espresso parere favorevole, mentre sei proposte, le ultime iscritte all'ordine del giorno dei lavori consiliari, non sono state approvate:

  • declassificazione della S.P n. 63 dalla progr. km. 0+000 (S.P 21 “Scano Montiferro – Sagama) alla progr. Km 4+970 circa (lim. Prov. NU per Sindia).
  • declassificazione della S.P n. 80 dalla progr. km. 0+000 (bv. S.P 10) alla progr. km. 1+910 (loc. Sa Rocca Tunda).
  • declassificazione della S.P 46 dalla progr. Km 8+330 alla progr. Km 12+180 comprendente le traverse interne dei Comuni di Gonnoscodina e Gonnostramatza e della S.P 73 dalla progr. km. 4+660 alla progr. Km 5+170 in Comune di Gonnostramatza.
  • declassificazione della S.P n. 39 dalla progr. Km 0+000(bv. SP 35) alla l progr. Km 2+300 (innesto variente) e dalla progr. Km 5+000 (galleria variante) all aprogr. k. 11+470 (SS 388 San Lussorio).
  • declassificazione della S.P n. 24 dalla progr. Km 0+000 (Ghilarza) alla progr. Km 20+261 (lim. Provincia NU per Ottana).
  • declassificazione della S.P n. 17 dalla progr. Km 0+000 (Milis) alla progr. Km 13+680 (Paulilatino).

Restano ancora da discutere in aula, iscritte all'ordine del giorno del prossimo Consiglio del 9 settembre 2014, le proposte di declassificazione:

  • S.P “Tresnuraghes - Porto Alabe - S.M del Mare” e della strada provinciale “Magomadas – Noesola – Bosa” nel tratto “lungomare di Turas – SS 129 bis”.
  • S.P 2 dalla progr. Km 0+000 (bv. S.P 1) alla progr. Km 2+664 (pontile Torre Grande).

"Il Consiglio ha legittimamente deciso sulla permanenza in carico all'Ente Provincia delle strade interessate alla declassificazione - conclude così la nota Gianni Pia - anche se la decisione va in direzione contraria a quanto previsto nella proposta tecnica redatta dal servizio viabilità, illustrata in aula dal sottoscritto".