Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

ZOUMGEST, presentati gli studi su Corru S'Ittiri

06/07/2012  - 

Si è svolta lo scorso 3 Luglio presso il Teatro Salesiani di Arborea la presentazione dei risultati e le azioni realizzate nell'ambito del progetto ZOUMgest “ Zone Umide, Sistemi per integrare le attività antropiche e la tutela della natura” portato avanti dall'assessorato ambiente della Provincia di Oristano.

Il progetto finanziato con le risorse comunitarie del FESR all'interno del Programma Operativo Marittimo Italia-Francia è stato realizzato in compartecipazione con i partners: la Regione Sardegna capofila, il Dipartimento dell’Alta Corsica, il Parco Naturale Regionale del Molentargius, le Province di Lucca, Pisa e Carbonia-Iglesias, e l'Università di Sassari, che in apertura sono stati ringraziati dall'Assessore all'Ambiente provinciale Emanuele Cera e dal Sindaco di Arborea Pierfrancesco Garau per la partecipazione e per lo scambio di idee che hanno consentito di arricchire le conoscenze nel corso di questi tre anni di collaborazione.

Tra le numerose aree umide ad elevata valenza naturalistica presenti all’interno della provincia di Oristano, la Laguna di Corru S’Ittiri nel Comune di Arborea è stata individuata come area pilota.

"Il progetto ZOUMgest" ha detto il Sindaco Pierfrancesco Garau, "è stato, per il nostro territorio, un importante occasione per avviare, su basi scientifiche, un percorso per definire un modello integrato di gestione sostenibile dell'area pilota”

Anche l'assessore provinciale all'Ambiente, Emanuele Cera ha sottolineato la scelta mirata di Corru S'Ittiri, "scaturita da un’accurata analisi delle sue peculiarità rispetto agli obiettivi del progetto. In quest’area la contrapposizione tra la tutela dell’ambiente e la presenza di attività economiche emerge in tutta la sua portata e complessità".

"Possiamo dire" " ha proseguito l'assessore Cera, "che qui ad Arborea da una parte, abbiamo un sistema economico molto avanzato, caratterizzato da una zootecnia e un‘agricoltura praticate in modo intensivo che costituiscono il fiore all’occhiello della provincia di Oristano, dall’altra abbiamo un ecosistema ambientale di inestimabile valore che necessita della protezione da parte di tutti noi”

Nel corso della giornata informativa sono stati presentati i risultati dei tre anni di studio sul sistema Corru s'Ittiri, dai quali è emerso che la laguna è tra le più pescose della Sardegna e si è mantenuta tale nonostante le diverse problematiche che la affliggono: la Mercerella enigmatica, l'interramento dei canali di marea e l'inquinamento legato alla presenza di importanti attività agro-zootecniche.

Risalto è stato dato anche alla ecosostenibilità dell'attività di pesca gestite dal Consorzio Cooperative Riunite della Pesca di Marceddì, ancora praticate con attrezzature tradizionali.

I risultati degli studi sono stati pubblicati in un opuscolo, realizzato a cura dell'assessorato all'Ambiente e Protezione Civile della Provincia di Oristano