Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Amianto, nuove risorse per la bonifica

22/12/2011  - 

Arrivano buone notizie sul fronte della bonifica dell'amianto, un tema che, nei giorni scorsi, è stato oggetto di un'audizione al Parlamento Europeo a Bruxelles, alla quale ha partecipato anche l'assessore provinciale all'Ambiente e Protezione Civile della Provincia di Oristano, Emanuele Cera. E' di questi giorni, infatti, la comunicazione di un ulteriore finanziamento di 700 mila euro, concesso dalla Regione Autonoma della Sardegna, con delibera dello scorso 7 dicembre, alla Provincia di Oristano che ha ottenuto la somma più alta in Sardegna anche in virtù delle numerose richieste di interventi di smaltimento presentate dai cittadini nella provincia oristanese e della celerità nella spendita delle risorse.

Un argomento, quello dell'amianto, al quale la Provincia di Oristano ha riservato la dovuta attenzione che ha permesso, in questi ultimi anni, l'acquisizione di importanti risorse per lo smaltimento e bonifica dei manufatti contenenti amianto presenti nelle abitazioni private e pubbliche.

La richiesta di ulteriori risorse per gli interventi di bonifica, una necessità sostenuta anche dall'Associazione Ex Esposti Amianto del presidente Giampaolo Lilliu, è stata immediatamente inoltrata dall'assessore provinciale Emanuele Cera, all'assessorato regionale all'Ambiente, istanza che l'assessore regionale Giorgio Oppi ha accolto favorevolmente e riconosciuto motivata in fase di riprogrammazione dei fondi.

"La Regione ha accolto le nostre richieste" commenta con soddisfazione l'assessore Emanuele Cera, "e le nuove risorse ci permetteranno di soddisfare tutte le richieste inevase del precedente bando e di avviare le procedure di evidenza pubblica per nuovi interventi di bonifica".

"Dei 700 mila euro concessi, circa 200 mila saranno destinati a finanziare, con lo scorrimento della graduatoria, le 87 domande già accettate e in attesa di finanziamento", specifica l'assessore Cera, "mentre 500 mila euro saranno destinati al nuovo bando, che sarà pubblicato nei primi mesi del 2012".

Sempre sul fronte della bonifica e smaltimento di materiali contenenti amianto, un importante finanziamento, di 120 mila euro, è stato concesso anche al Consorzio di Bonifica dell'Oristanese.
Le nuove risorse concesse alla saranno utilizzate dall'Ente per la concessione di contributi ai privati, nella misura massima del 60% delle spese ammissibili, che effettueranno interventi di bonifica e rimozione dell'amianto nelle proprie case.

Il contributo massimo erogabile sarà di 5 mila euro e andrà a coprire prioritariamente i costi per la rimozione, l'incapsulamento dei materiali contenenti amianto, il trasporto e lo smaltimento in impianto autorizzato. Eventuali somme residue andranno a finanziare spese per la progettazione, redazione del piano di lavoro, spese di cantiere, di ponteggio, di analisi e sicurezza, nella misura del 30% dei costi.
Per le strutture private ad uso esclusivamente pubblico, quali scuole, strutture per anziani e disabili nonchè strutture religiose, l'ammontare del contributo non potrà essere superiore a 12 mila euro, nella misura massima del 90% dei costi.

Interventi di bonifica dell'amianto divenuti, necessari, tenuto conto che sebbene sia stato vietato da più di dieci anni, l’amianto non è ancora scomparso del tutto dalle case e dagli edifici pubblici.
In particolare ancor di più nel territorio oristanese, dove l'amianto è stato utilizzato in maniera molto più ampia che in altri territori, per il fatto che le fabbriche in Sardegna produttrici di manufatti di cemento amianto si trovavano nella nostra provincia, la Cem.a di Marrubiu e la Sardit di Oristano.