Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Chiusura temporanea della consortile di Gonnostramatza

07/01/2014  - 

Nelle prossime settimane, la strada consortile nel tratto Gonnostramatza – SS.131 – bv. Collinas sarà chiusa al transito veicolare della strada, con esclusione del traffico agricolo locale, che non subirà limitazioni di rilievo. La chiusura è necessaria per consentire i lavori di installazione e messa in opera di due scatolari in calcestruzzo, uno al km.1,392 e l'altro al km. 1,898, che interessano altrettanti attraversamenti di corsi d’acqua. Saranno specifiche ordinanze, emanate dal dirigente, dal responsabile di serivzio oppure direttamente dai Sindaci dei Comuni di Gonnostramatza e Collinas, autorità territorialmente competenti, a definire la chiusura della strada.

A comunicarlo è l’assessore provinciale dei Lavori Pubblici, Gianni Pia, il quale evidenzia come la chiusura, già concordata in specifici incontri tenutisi nei mesi scorsi presso la prefettura di Oristano, alla presenza dei soggetti competenti ad esprimere il proprio parere sull’argomento, verrà disposta per il tempo strettamente necessario allo svolgimento dei lavori. L'assessore assicura che sarà data informativa sui percorsi alternativi, mentre sarà compito dell'impresa esecutrice l'installazione della necessaria cartellonistica, nei diversi sensi di marcia.

In proposito sono già stati individuati i percorsi alternativi, da segnalare all’utenza, che interessano rispettivamente:

  • dalla SS.131 ingresso sp. 44, verso Mogoro e sp. 73 verso Gonnostramatza;
  • dalla SS.131 verso Sardara sp.53 verso Collinas sp. 69 verso sp 46 Gonnostramatza.

 I lavori, salvo cause di forza maggiore, termineranno entro 30 giorni lavorativi. Nei prossimi giorni l’ufficio tecnico provinciale provvederà, a completare gli adempimenti amministrativi e burocratici, d’intesa con le amministrazioni interessate.

"Questi interventi sono un ulteriore passo in avanti - ha dichiarato l’assessore Pia - ricordando, tuttavia, che per il definitivo completamento della messa in sicurezza della strada, costruita dal Consorzio di Bonifica della Sardegna Meridionale negli anni 70, con fondi della ex Cassa per il Mezzogiorno, necessitano, oltre il lotto in esecuzione, ulteriori risorse per circa 4 milioni di €, al momento non disponibili da parte della Regione Sarda. Per questo motivo - precisa Pia - allo stato delle cose è del tutto impossibile per qualsiasi ente locale, Provincia compresa, prenderla in carico, mancando i necessari presupposti funzionali, tecnici e di sicurezza.