Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Febbre del Nilo, intensificati gli interventi di bonifica

11/10/2011  - 

La segnalazione di nuovi casi rende sempre più preoccupante lo stato di emergenza e l'allarme per la Febbre del Nilo, per il quale, domenica mattina, il Presidente della Regione Ugo Cappellacci ha firmato l’ordinanza di bonifica delle aree interessate dal virus della Malattia dell’Ovest del Nilo (WND).

L'ordinanza ha reso immediatamente operativa una campagna di contrasto alla diffusione del virus nei sei Comuni nei quali è stata documentata la presenza nel siero dei cittadini residenti (Terralba, San Vero Milis, Assemini, Solarussa, Fordongianus, San Nicolò d’Arcidano).
Il piano straordinario di bonifica definito con l'ordinanza è stato discusso ieri, a Cagliari, nel corso una Conferenza di Servizio, riunita su indicazione dell'assessore regionale alla Sanità, Simona de Francisci che ha presieduto l'incontro al quale hanno preso parte l'assessore provinciale di Oristano Emanuele Cera con gli altri assessori competenti delle Province sarde, i rappresentanti della ASL, dell'Ups e dell'Anci, i direttori generali degli assessorati regionali alla Sanità e alla Difesa dell'Ambiente .

Un piano di bonifica che l'assessorato all'ambiente della Provincia di Oristano aveva, tempestivamente, già avviato da qualche settimana con attività di controllo e disinfestazione nel territorio oristanese ed in particolare nelle aziende in cui è stata accertata la presenza del virus e in tutta l’area interessata attorno alle stesse.

"L'ordinanza ci dà modo di attivare interventi specifici nei paesi individuati nel documento dispositivo" riferisce l'assessore provinciale all'ambiente Emanuele Cera, "interventi sui focolai e le aree a rischio, soprattutto nelle aree dove sono presenti cavalli, che già da oggi sono operativi. In ogni caso", ha voluto precisare l'assessore, "attività di controllo saranno poste in essere anche negli altri Comuni oristanesi che non sono previsti nell'ordinanza regionale".

Ordinanza virus Febbre del Nilo