Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Finanziaria regionale: per la Provincia di Oristano possibile taglio al fondo unico per funzioni delegate di 5 milioni di euro

09/12/2013  - 

La denuncia è del presidente Massimiliano de Seneen, che critica il comportamento dell’Unione Provincie Sarde, dalla quale ne ha proposto l’uscita.

Un taglio di trasferimenti pari a 5 milioni di euro che, se confermato, metterebbe in ginocchio la Provincia. La proposta è contenuta nel progetto di Finanziaria regionale in discussione in questi giorni presso la Terza Commissione del Consiglio Regionale che, se confermata, farebbe saltare il banco privando l’Ente di via Carboni delle fondamentali coperture di bilancio.

La proposta di riduzione dei trasferimenti regionali, riferisce il presidente della Provincia Massimiliano de Seneen, è all’interno del Fondo Unico per gli Enti Locali e per la sola Provincia di Oristano si tratta di cinque milioni di euro.

In qualità di componente del Consiglio delle Autonomie Locali de Seneen, nei giorni scorsi, ha preso parte ad una audizione richiesta dal Consiglio delle Autonomie Locali e concessa dalla Commissione durante la quale si è avviato un serrato confronto per evitare la sottrazione delle risorse.

Un momento delicato e particolare aggiunge de Seneen, che richiede la presenza e l’attenzione degli Organi rappresentativi, in particolare dell’UPS, l’Unione Province Sarde, assente in questa fase del confronto al quale non ha preso parte il presidente Deriu, che non ha delegato altri rappresentanti istituzionali ed ha, invece, inviato due funzionari. Un atteggiamento ed una linea di condotta, afferma ancora de Seneen, sulle quali esprimo totale disapprovazione sino a chiedere al Consiglio provinciale di Oristano l’uscita dall’Unione delle Province Sarde.

Quello del presidente de Seneen è un passaggio politico che verrà sottoposto alla valutazione dell’ Assemblea, ma intanto in Consiglio provinciale si sono registrate le prime prese di posizione con il capogruppo dell’UDC, Salvatore Crobu che ha annunciato la presentazione di una lettera di dimissioni dalla sua qualità di rappresentante di maggioranza negli organi dell’UPS.