Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Flusso turistico in provincia, per il terzo anno dati in aumento

25/11/2015  - 

Prosegue il trend positivo legato al movimento turistico nella provincia di Oristano, una tendenza al segno più che ha avuto inizio nel 2013 ed giunta ormai al terzo anno consecutivo.

In una prima analisi del quadro generale, il confronto dei dati relativi alla totalità delle strutture ricettive provinciali è ampiamente positivo e sono i numeri a non lasicare alcun dubbio: gli arrivi sono stati 150.503, +10,65% rispetto al 2014 e le presenze 492.878, +12,11% sempre rispetto allo scorso anno. Tra gli ospiti stranieri si conferma di gran lunga al primo posto la Germania, in costante aumento, come pure la Francia, seconda e anch'essa in incremento anche se le presenze francesi sono appena un terzo rispetto a quelle tedesche. A seguire, i turisti olandesi, quindi gli svizzeri e, a seguire, gli ospiti provenienti dal Regno Unito, in forte aumento (oltre il 40%).

Segna invece una battuta d'arresto la crescita turistica proveniente dall’est europeo, una costante degli ultimi anni. Alcuni dei principali artefici di questa crescita, segnatamente russi, ucraini e, in misura minore cechi e lituani, sono in calo nei primi nove mesi del 2015. Le presenze dei russi, in particolare, sono quasi dimezzate, un dato questo generalizzato a tutto il territorio nazionale stando alle informazioni dei tour operator. La crisi economica, col rublo che in poco più di un anno ha perso circa la metà del suo valore rispetto all'euro, è certo la causa principale di questo calo.  Si segnala, invece, tra gli extra europei, il grande incremento degli Stati Uniti d'America, che quasi raddoppiano le presenze con un significativo +87%.

Settore alberghiero

Il settore alberghiero, nei primi nove mesi del 2015, presenta un aumento sia per quanto riguarda gli arrivi (sono stati in tutto 90.413 ovvero 4.304 in più, con un incremento del 5,00% rispetto allo stesso periodo del 2014) che per le presenze (255.115, pari al +2,88%). Nonostante il segno positivo, gli alberghi hanno mostrato qualche segno di sofferenza, con leggeri cali di presenze a luglio e settembre e con un calo più marcato a giugno, compensati dai significativi aumenti dei primi cinque mesi dell'anno e del mese di agosto. Un andamento che, alla fine, si è chiuso con il segno più.

Importante un'inversione di tendenza rispetto al 2014: negli alberghi la crescita era determinata dai clienti stranieri (lo scorso anno, in particolare, fu un boom, con un +40% di presenze estere). Quest'anno invece gli ospiti stranieri degli alberghi della provincia sono calati (-3,08% negli arrivi e -4,15% nelle presenze) ma si è assistito ad un ritorno della clientela italiana (+10,44% negli arrivi e +9,95% nelle presenze) dopo i costanti cali degli anni scorsi, dovuti, in gran parte, al problema del caro-traghetti.

Le presenze dei nostri connazionali hanno di nuovo superato quelle degli stranieri, rovesciando quanto era successo nel 2014, quando, per la prima volta nella storia della provincia di Oristano, le presenze straniere negli alberghi superarono quelle degli italiani.
 

Settore extra alberghiero

Nel settore extra alberghiero, per il 2015, i segnali positivi sono enormemente maggiori rispetto a quelli degli hotel, con incrementi tutto sommato diffusi lungo tutto il periodo e con poche eccezioni, concentrate nei primi tre mesi dell'anno.

A cavallo tra gli anni '80 e gli anni '90 le strutture extra alberghiere (allora si trattava solo di campeggi) avevano un volume di presenze costantemente superiore a quello degli alberghi, poi ci fu il sorpasso e le distanze che sono progressivamente aumentate a favore di questi ultimi. Ora invece si nota un riavvicinamento fra le due tipologie ricettive, segno forse di una riscoperta di un turismo più a contatto col territorio e la natura. Nei primi 9 mesi del 2015 infatti si sono registrati 60.090 arrivi, con un aumento del 20,41% rispetto al 2014 e 237.763 presenze, pari al +24,05%. Sono stati quindi già superati i totali annui dello scorso anno e si tratta, per le strutture extra alberghiere, del miglior risultato di sempre.

Analizzando il risultato sulla base della provenienza geografica il discorso fatto per gli alberghi cambia, ed in maniera ancora più positiva. Oltre alla conferma dell'aumento degli italiani sia negli arrivi, del 20,04%, che nelle presenze, del 18,96%, si registra un incremento ancora più marcato per gli stranieri col +20,94% negli arrivi e +33,67% nelle presenze, a cui hanno contribuito soprattutto i turisti provenienti dalla Germania.

Vai alla pagine Facebook del Turismo della Provincia di Oristano