Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Gestione dei rifiuti agricoli, allo studio un Accordo

20/07/2011  - 

Prosegue l’attività di analisi, studio ed elaborazione di specifici strumenti amministrativi per la gestione dei rifiuti speciali agricoli, che l’Assessorato all’Ambiente della Provincia porta avanti, in virtù delle proprie competenze in materia di tutela e salvaguardia dell’ambiente, per dare una risposta adeguata alle necessità del mondo agricolo.

L'assessore Emanuele Cera, dopo una prima condivisione dello schema di “Accordo per la gestione dei rifiuti agricoli” con le Associazioni di categoria, le Organizzazioni di Produttori e le principali Cooperative agricole e la sua presentazione ai componenti della Giunta provinciale, in questi giorni sta portando avanti la fase di confronto sui contenuti sviluppati alla presenza dei rappresentanti istituzionali che hanno competenze di controllo, quali il Corpo forestale e di vigilanza ambientale, il Dipartimento provinciale dell’ARPAS e dei Carabinieri del NOE di Cagliari.

Tale coinvolgimento è ritenuto fondamentale dall'assessore Cera per il ruolo che questi organismi svolgono in materia di controllo ambientale e, soprattutto, per la particolare sensibilità che queste Autorità hanno dimostrato nello studio di soluzioni ottimali che tengano conto del rispetto della normativa e delle esigenze degli operatori agricoli, che necessitano di procedure semplificate per la gestione dei rifiuti prodotti dall’attività aziendale. Una successiva fase di verifica vedrà il coinvolgimento delle Organizzazioni di Categoria e dei soggetti beneficiari, quale passaggio fondamentale propedeutico alla sottoscrizione dell'Accordo.

Lo strumento dell’Accordo è finalizzato a promuovere circuiti organizzati di raccolta dei rifiuti speciali delle imprese agricole, anche attraverso un articolato sistema di centri di conferimento distribuiti sul territorio, nello spirito di promuovere la responsabilizzazione e la cooperazione dei soggetti coinvolti e contribuire alla semplificazione degli oneri burocratici a carico delle imprese agricole, favorendo l’individuazione di soggetti Gestori qualificati e un contenimento dei costi di conferimento.