Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

I lavori del Consiglio Provinciale del 23 gennaio 2012

25/01/2012  - 

Il Consiglio provinciale di Oristano, nella seduta del 23 gennaio presieduta dal vicepresidente Battista Ghisu, ha affrontato l’argomento relativo alla mobilità sostenibile attraverso un ordine del giorno della conferenza dei presidenti di gruppo. A illustrare il documento il consigliere Sebastian Madau, che ha ricordato la delibera della Giunta Regionale n. 39 del 23.1.2011, in cui si prevedono interventi pari a 10 milioni di euro ma nessuno in Provincia di Oristano e nella Sardegna Centrale.

In pratica si tratta di infrastrutture collegate alla mobilità sostenibile ed in particolare piste ciclabili finora, come ha ricordato il consigliere Bepi Costella, realizzate nel solo Comune di Arborea, che hanno consentito una rilevante diminuzione degli incidenti stradali. L’ordine del giorno, approvato all’unanimità, impegna il presidente e la Giunta provinciale a rivendicare alla Giunta regionale una diversa e più equa ripartizione delle risorse.

Su richiesta del consigliere Salvatore Crobu, il presidente ha riferito di una riunione dei capigruppo, che ha stabilito di convocare il Consiglio per il 31 di gennaio, una seduta straordinaria in concomitanza con tutti gli altri Consigli provinciali d’Italia. Il tema sarà quello del riordino istituzionale previsto dal decreto Monti. Al riguardo in Sardegna, con la Regione che ha potestà di legiferare sulla materia, per giovedì 26 gennaio, è prevista una seduta della prima Commissione Autonomia, presieduta da Paolo Maninchedda, che avvierà la discussione sulle diverse ipotesi di riordino del sistema elettorale e degli enti locali. Sarà definita una proposta di nuova legge elettorale e di una nuova articolazione delle Province, con la definizione anche dei futuri assetti della Provincia di Cagliari.

Il Consiglio provinciale ha, quindi, affrontato l’argomento all’utilizzo di diserbanti lungo le strade provinciali illustrato dallo stesso Battista Ghisu. La risposta è stata affidata all’assessore ai Lavori Pubblici, Gianni Pia, che ha riferito di avere al momento disposto la sospensione degli interventi e che il problema è stato trasferito alla Commissione consiliare Ambiente per un approfondimento tuttora in corso.