Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Il resoconto del Question Time del Consiglio del 12 dicembre

14/12/2011  - 

Consiglio provinciale dedicato al Question Time, quello tenutosi lunedì 12 dicembre scorso, con una lunga fila di domande da parte dei consiglieri e altrettante risposte da parte del presidente e degli assessori chiamati in causa.

AMIANTO

I consiglieri Giuseppe Costella (UDC) e Stefano Figus (IDV) hanno riferito di un recente incontro a Bruxelles con l’eurodeputato Giommaria Uggias, diversi esperti ed altri parlamentari. L’obiettivo è quello che il Parlamento Europeo voti un documento sul problema amianto affinchè vengano attivate procedure per debellarlo. Un prossimo incontro di approfondimento si svolgerà in Sardegna, ad Oristano. Il precedente si era svolto nella Sala Giunta di via Carboni, ad iniziativa della presidenza del Consiglio e della Commissione ambiente, come ha ricordato il presidente del Consiglio, Mauro Solinas.

FONDI PER LA CULTURA, SPETTACOLO, POLITICHE GIOVANILI, LINGUA SARDA

Salvatore Crobu dell’UDC ha chiesto l’entità degli impegni finanziari a sostegno di questi settori.

L’assessore Serafino Corrias ha ricordato che gli impegni assunti lo scorso anno per queste materie delegate dalla Regione erano pari a 790 mila euro e che quest’anno le risorse saranno più o meno la metà.

FENOSU E SOGEAOR

Francesco Federico (PD) ha chiesto al presidente della Giunta quali sviluppi e quale seguito ci sarà in ordine alla variazione di bilancio che stanzia 2 milioni e 100 mila euro per consentire il concordato preventivo. La procedura, ha risposto il presidente de Seneen, prevede che il Consiglio provinciale si esprima su quell’atto e successivamente la proposta di concordato potrà essere inoltrata in tribunale. "Lo stesso atto è sospeso in quanto manca il parere dei Revisori, che ho sollecitato personalmente al presidente del collegio non più tardi di venerdì scorso. In assenza di questo parere il Consiglio non potrà adottare la delibera necessaria e dare quindi il via alle risorse impegnate in assestamento di bilancio e quindi per l’avvio della procedura concordataria".

STATUE DI MONT'E PRAMA

Dove saranno collocate? Lo ha chiesto al presidente della Giunta il consigliere Roberto Scema del PD alla luce delle notizie circa una loro esposizione in luoghi diversi.

Il presidente della Provincia ha ripercorso le tappe dell’impegno dell’Ente e suo personale per la indivisibilità della collezione, orientamento condiviso in un documento anche dal Consiglio provinciale. La situazione è mutata anche a seguito delle dimissioni del Ministro che aveva assunto precisi impegni sulla non trasferibilità del patrimonio. Al momento si è in attesa di conoscere il contenuto del protocollo firmato tra il Comune di Cabras e il presidente della Giunta regionale. Il presidente della Provincia ha comunque ribadito che il Sinis deve essere l’epicentro e il luogo dove i Giganti devono tornare trovando una adeguata collocazione espositiva.

NUOVA ROTONDA AD ARBOREA

Giuseppe Costella (UDC), dopo un sopralluogo con la Commissione lavori pubblici ad Arborea, ha chiesto notizie sulla rotonda che dovrebbe sorgere sulla sp 42 all’altezza della sp 12.

L’assessore ai Lavori pubblici, Gianni Pia, ha comunicato che gli uffici hanno completato la fase di redazione del progetto, 200 mila gli euro a disposizione ed in questi giorni è stata fissata la gara per l’appalto dei lavori.

SPAZIO ANTISTANTE LA SCUOLA ALBERGHIERA IN VIA CARDUCCI

Marcello Serra (MPA) ha chiesto della situazione esistente nello spazio di via Carducci antistante la Scuola Alberghiera e questo a seguito delle lamentele di alcuni cittadini circa l’utilizzo di uno spazio adibito a parcheggio, recintato dalla Provincia, per sistemare la piazza.

Serafino Corrias, assessore alla Pubblica Istruzione ha riferito che la Provincia dispone di tutte le concessioni per eseguire i lavori e che da parte dei tecnici del Comune e della Provincia è in corso un’indagine per accertare l’effettiva titolarità dello spazio

COLLEGAMENTI TRA SP 56 ORISTANO - SANTA GIUSTA E VIA PARIGI, PROVINCIALIZZAZIONE PEDEMONTANA MONTE ARCI

Richieste avanzate dal consigliere Gabriele Basciu (Riformatori), al quale ha risposto l’assessore Gianni Pia, informando che entro 120 giorni il Consorzio Industriale dovrà presentare idonee soluzioni al tavolo tecnico composto con i Comuni di Oristano, Santa Giusta e la Provincia. Per provincializzare la pedemontana la proposta dovrà essere valutata dalla Commissione lavori pubblici e ritengo che non esistano elementi di negatività.

DISINFESTAZIONE

Egio Loi (PDL) ha chiesto di conoscere carattere e dimensione degli interventi sul territorio. "Gli interventi effettuati del Centro antinsetti non mi risulta che siano privi di efficacia", ha sostenuto nella risposta l’assessore all’ambiente Emanuele Cera. Il Centro è intervenuto anche per le azioni poste in essere contro la “Febbre del Nilo”, mentre rilevante è stato l’impegno finanziario dell’Ente proprio in relazione alle emergenze che si sono verificate.

Il problema del servizio di deratizzazione è stato proposto dal consigliere Battista Ghisu (PD), al quale ha risposto l’assessore Cera ricordando che gli interventi erano effettuati sino al mese di maggio, poi sospese per un intervento della Regione e nuovamente ripreso a novembre, a seguito di pressioni e sollecitazioni per riattribuire il servizio e le risorse e la dotazione di ulteriore personale a ternine. Le norme impediscono di assumere un contingente di personale a tempo indeterminato, ha proseguito l’assessore, e quindi la pianificazione del servizio, pur in atto in tutto il territorio con il posizionamento di trappole, dovrà tenere conto di questo

EX SEMINARIO DI CUGLIERI

Sulla sua valorizzazione e utilizzo ha chiesto il consigliere di Progres, Sebastian Madau, al quale ha risposto l’assessore al turismo Gianfranco Attene che ha ripercorso la storia della struttura, estesa per circa otto ettari metà dei quali occupati dall’edificio e dalle sue pertinenze, il resto da un ampio parco con piante rare e di alto fusto. Due piani dell’edificio sono stati ristrutturati ma nel complesso la sua destinazione d’uso non è stata ancora definita. Diverse le ipotesi che sono state avanzate e la Provincia, una volta definite, non si sottrarrà al suo impegno.

ALTO ORISTANESE E STAZIONE FERROVIARIA DI ABBASANTA

La domanda è stata posta dal consigliere del Gruppo Misto, Angelo Mele. Ha risposto il presidente della Giunta, Massimiliano de Seneen, ricordando che la Provincia non ha alcuna competenza in materia di trasporti su rotaia e che comunque nell’ambito del Piano di Trasporto Pubblico Locale con i sindaci interessati si è discusso di come migliorarlo. Le competenze, ha proseguito de Seneen, sono in capo alla RFI che sta dimostrando scarsa disponibilità anche per risolvere il problema della cessione dell’area cha ad Oristano deve ospitare la struttura del Centro Intermodale.

Per quanto riguarda l’Alto Oristanese le linee di possibili interventi sono contenute nelle dichiarazioni programmatiche, un impianto complessivo che al momento soffre dell’incertezza istituzionale sul futuro delle Province.

VIABILITA SOLARUSSA-ZERFALIU

Problema sollevato dal consigliere Mario Tendas (PD), il quale ha chiesto un intervento per la messa in sicurezza del tratto di strada che in occasione dei raduni dei Testimoni di Geova è frequentato da migliaia di persone, centinaia di auto e decine di pulman. Esistono i parcheggi interni ha continuato il consigliere ma i problemi si pongono nel tratto della strada provinciale sino al passaggio a livello. In pratica vi è l’esigenza di accesso più ampio e sicuro con uno svincolo o una rotonda, soluzioni da ricercare anche con i Comuni interessati.

Soluzioni che possono essere ricercate e avviate ha sostenuto nella risposta l’assessore ai lavori pubblici Gianni Pia anche in relazione al reperimento delle risorse finanziarie e alla ricerca di un concorso con i Comuni interessati.

PORTALE DI INFORMAZIONI TURISTICHE GOOORISTANO

Il consigliere Stefano Figus (IDV), che ha annunciato una interrogazione a riguardo del sito GOORISTANO, realizzato all’interno della struttura della Provincia e sul quale ha ricevuto segnalazioni per l’approssimazione dei dati, delle informazioni e dei contenuti.

L’assessore al turismo Gianfranco Attene ha risposto sostenendo che un cittadino ha espresso critiche sul sito e che sul contenuto dello stesso verrà svolto un approfondimento.

L’assessore alla cultura Serafino Corrias, intervenendo sullo stesso argomento, ha dichiarato di conoscere il progetto del sito e che lo stesso sia assolutamente innovativo, realizzato da un funzionario nelle ore non di ufficio e senza costi per l’Ente. "Considero GOOORISTANO un fatto positivo e anche in presenza di momentanei disguidi di natura tecnica, agli stessi viene fatto subito fronte con la loro eliminazione e il ripristino di una corretta informazione che certamente può essere migliorata".

BOSA-TERZA EDIZIONE DI BITAS

Il consigliere Salvatore Crobu UDC chiede quale sia stata sul merito la posizione della Provincia.

Il presidente del Consiglio Mauro Solinas ha riferito che con il sindaco di Bosa è stata subito chiarita la posizione di assenso della Provincia sulla richiesta di candidare la città di Bosa a sede della BITAS per il 2012.

Questo è avvenuto attraverso dichiarazioni del presidente della Provincia, Massimiliano de Seneen, mentre la Commissione turismo, ha ricordato l’assessore Gianfranco Attene, con il sindaco Casula ha avuto uno specifico incontro presso la sede del Municipio di Bosa.

Città che ha tutte le credenziali per ospitare un simile evento, ha confermato Attene, che a quanto si è appreso a seguito di un incontro tra gli amministratori comunali di Bosa e il presidente della Regione Ugo Cappellacci e l’assessore al turismo Luigi Crisponi, viene confermato per il 2013 in quanto, come ha spiegato lo stesso Crisponi, per BITAS 2012 vi era un impegno assunto in precedenza con la Camera di Commercio di Nuoro. Conferma per il 2013 ma occorrerà vigilare.

PONTE BRABAU, TRAFFICO QUARTIERE S.GIUSEPPE, OPERE DI COLLEGAMENTO

Il ponte faceva parte di un progetto più vasto, ricorda Francesco Federico del PD e in Regione sono stati pure recuperati i fondi grazie ad un emendamento presentato dal consigliere regionale Antonio Solinas e altri. Chiedo all’assessore ai lavori pubblici a che punto sono l’insieme delle procedure che riguardano il viadotto che doveva collegare l’ingresso di Oristano, attraversare viale Repubblica e congiungersi con la Zona Industriale.

Partiamo dai costi, afferma l’assessore Gianni Pia. L’importo è pari a 20 milioni di euro, ne abbiamo 10 due dei quali attribuiti al Consorzio di Bonifica per tutti gli interventi di spostamento e ripristino delle pertinenze irrigue. Esiste quindi l’esigenza di reperire ulteriori 10 milioni mentre con l’intervento in programma si realizzarà il nuovo collegamento dal ponte del Tirso sino all’intersezione con Peseria.

"Non nascondo la complessità dell’intervento", ricorda l’assessore, "che interviene in un’area densamente infrastrutturata per usi agricoli. In ogni caso entro l’anno si avvia la procedura per l’appalto dei lavori, con il progetto definitivo concluso proprio in questi giorni, mentre l’Unità Tecnica Regionale, con relazione del prof. Annunziata, sullo stesso, si dovrà esprimere giovedì 15 dicembre".

RICERCHE PER ESTRAZIONE GAS METANO AD ARBOREA

Il consigliere Sebastian Madau (ProgReS) chiede se la Provincia abbia preso contatti con i vertici della Sargas sul merito dell’iniziativa e annuncia la presentazione di una interpellanza al riguardo.

"Il progetto ci è stato illustrato in linea generale" afferma il presidente della Provincia "nel senso che si tratta di effettuare una trivellazione nella zona di Sena Arrubia". A breve ci sarà la convocazione dei tecnici in presenza del Consiglio provinciale.

FASCE FLUVIALI

Vi è interessato anche il Comune di Solarussa e la borgata di Pardu Nou, afferma il consigliere Mario Tendas del PD, che chiede di sapere a che punto è la rivisitazione del Piano proposto e se esistono delle novità.

L’assessore all’ambiente Emanuele Cera, nel ricordare l’insieme delle iniziative per apportare dei correttivi al Piano, osservazioni che sono state avanzate da diversi comuni e da privati cittadini e che sono all’esame degli uffici della Regione. Il direttore dell’Agenzia ha manifestato una qualche apertura che andremo a verificare nei fatti.