Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Microcredito FSE: Avviso per lavoratori espulsi dai processi produttivi settore tessile

06/04/2016  -  Tematiche: Lavoro

Il Fondo Microcredito FSE prevede la concessione di un mutuo da 5 mila euro fino a 25mila euro a tasso zero, rimborsabile in 60 mesi.

L’Avviso, in attuazione del Fondo Microcredito FSE e del suo carattere rotativo, persegue l’obiettivo primario di sostenere l’avvio di nuove attività imprenditoriali sul territorio regionale da parte di soggetti espulsi dai processi produttivi del settore tessile che risultino disoccupati e con difficoltà di accesso al credito.

Requisiti soggettivi:

Riguardo alle condizioni soggettive si specifica che le proposte potranno essere presentate dai soggetti, potenziali beneficiari, in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere disoccupati ai sensi del Decreto Legislativo n. 181 del 21 aprile 2000 e successive modifiche e integrazioni, regolarmente iscritti al Centro Servizi per il lavoro competente, senza alcun sostegno al reddito per perdita dell’ammortizzatore sociale o che ancora ne fruiranno per un periodo massimo di dodici mesi dalla data di presentazione della domanda;
  • essere stati espulsi dai processi produttivi del settore tessile.

Per “settore tessile” si intendono tutte quelle attività economiche che la classificazione ATECO 2007 identifica con i codici 13 e 14.

I requisiti soggettivi, devono sussistere in capo al titolare in caso di ditta individuale e/o ai soci che detengono almeno il 51% delle quote societarie in caso di società, e uno o più di questi stessi soci devono essere amministratori della Società.

Condizioni oggettive

Le proposte possono essere presentate da:

  • microimprese costituende o già costituite - con forma giuridica di ditta individuale, società di persone, società a responsabilità limitata, società cooperative (diverse dal punto successivo);
  • cooperative (di tipo A e B) in fase di costituzione o già costituite;
  • piccole imprese da costituire.

Settori prioritari

Sono considerate prioritarie le proposte che rientrano nelle seguenti categorie di attività:

- turismo,

- servizi sociali alla persona,

- tutela dell'ambiente,

- ICT,

- risparmio energetico ed energie rinnovabili,

- servizi culturali e ricreativi,

- servizi alle imprese,

- manifatturiero,

- commercio di prossimità,

- artigianato.

Settori esclusi

Tra le altre non sono ammesse le iniziative nei seguenti settori: pesca e acquacoltura; industria carbonifera; attività connesse con la produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli; attività riguardanti lotterie, scommesse e case da gioco; attività di organizzazioni associative; aiuti destinati all’acquisto di veicoli per il trasporto di merci su strada da parte di imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi.

Spese ammissibili

Saranno considerate ammissibili a finanziamento:

  • spese di funzionamento e di gestione, incluse spese per l’occupazione di nuove risorse umane e le spese generali;
  • spese per investimenti fissi, limitatamente a macchinari, impianti, attrezzature, mezzi mobili, opere murarie per l’adeguamento e messa a norma degli edifici, direttamente connesse con l’attività d’impresa.

Sono escluse le spese per interessi passivi e l’Iva.

Le spese dovranno essere sostenute successivamente alla presentazione della domanda.

I finanziamenti concessi saranno erogati ai destinatari sotto forma di mutui chirografari di importo compreso tra i 5 mila ed i 25 mila euro da restituire in 60 mesi, con rate costanti posticipate mensili, con decorrenza 18 mesi dalla stipula del contratto, a tasso zero.

Per consultare il Bando e gli altri documenti, visitare il sito della Sfirs https://www.sfirs.it/microcreditofse.

Le domande di accesso al Fondo possono essere presentate a partire dal 1/4/2016 e sino al 30/04/2016, secondo le modalità ed utilizzando il format disponibile sul sito internet della SFIRS https://www.sfirs.it/microcreditofse.