Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Piano di salvamento a mare, 28 le persone tratte in salvo

11/09/2011  - 

Avviato il 2 luglio scorso, si è concluso domenica domenica 4 settembre il piano di salvamento a mare per l'anno 2011 "Tutti al mare.... ma con prudenza", un servizio che da anni la Provincia di Oristano ritiene indispensabile per la sicurezza dei bagnanti e per il quale mette in campo importanti risorse e impegno organizzativo. E i risultati ottenuti, al termine dei 50 giorni di vigilanza, sono indicativi di quanto sia fondamentale il servizio lungo le spiagge oristanesi: sono stati, infatti, ben 19 gli interventi di salvamento eseguiti e 28 le persone tratte in salvo, interventi avvenuti tutti in presenza di condizioni meteo/marine sfavorevoli ed effettuati in collaborazione con il 118 e con la Capitaneria di Porto, sempre presenti nei momenti di necessità. Salvataggi, tra l'altro, che hanno avuto tutti esito positivo.

Un Piano di salvamento voluto fortemente dalla giunta guidata dal Presidente Massimiliano de Seneen ed in particolare dall'assessore con delega alla protezione civile, Emanuele Cera, che sin dal mese di aprile ne ha avviato l'organizzazione, per la quale la Provincia si è avvalsa della stretta e produttiva collaborazione organizzativa e operativa della Capitaneria di Porto di Oristano, dei Comuni Costieri aderenti al Piano, delle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile, del Servizio 118 e dell’Ordine dei Cavalieri di Malta. Una forma di cooperazione che ha permesso di garantire il servizio su tutte le spiagge presenti nel litorale della Provincia di Oristano, ad eccezione di quelle ricadenti nel Comune di Magomadas, che non ha aderito al suddetto piano nei tempi previsti.

Diverse le novità che hanno caratterizzato la stagione appena conclusa: in primo luogo, risalta il coinvolgimento diretto dei Comuni costieri, fortemente voluto proprio dall’assessore Emanuele Cera. Le Amministrazioni, ciascuna per le zone di propria competenza, hanno partecipato al piano tramite la stipula di un accordo sottoscritto dalla stessa Provincia e dalla Capitaneria di Porto di Oristano, che a sua volta ha approvato una convenzione con il Servizio 118 e l’Ordine dei Cavalieri di Malta.

I Comuni costieri, si sono impegnati economicamente riguardo la gestione delle spese del servizio, nello specifico, hanno trasferito all’organizzazione un totale complessivo di 18.117 euro, così suddiviso:

Arborea euro 2.371,00 - Bosa euro 3.189,00 - Cabras euro 3.696,00 - Cuglieri euro 2.406,00 - Narbolia euro 1.246,00 - Oristano euro 1.617,00 – San Vero Milis euro 2.372,00 - Santa Giusta euro 1.350,00 - Tresnuraghes, che ha aderito al Piano per soli 11 giorni di servizio, ha corrisposto Euro 1.900,00.

Le quote sono state calcolate facendo riferimento alla ripartizione delle risorse trasferite dalla Regione ai Comuni costieri nell’ambito del salvamento a mare, delle quali risorse è stato trasferito alla Provincia il 33%. 

Il costo complessivo del progetto è stato di Euro 347.766 di cui euro 18.117 corrisposto dai Comuni come sopra indicato, ulteriori euro 13.000 dal Comune di Oristano per l'integrazione di 15gg di salvamento, euro 40.607,00 provenienti dal contributo Regionale, mentre il restante impegno economico pari ad Euro 276.042,00 è stato stanziato dall’Amministrazione Provinciale.
Le Associazioni di Volontariato che hanno aderito ed effettuato il servizio, tutte regolarmente iscritte al registro Regionale, riguardo la tipologia mare, sono la LAVOS ORISTANO, PROTEZIONE CIVILE MARRUBIU, ORISTANO SOCCORSO. Le stesse hanno messo in campo 100 assistenti bagnanti, regolarmente dotati di apposito brevetto, che hanno costantemente vigilato sui numerosi frequentatori delle spiagge, garantendo un servizio capillare e di qualità, assicurando la realizzazione di un’iniziativa di pubblica utilità dedita a soddisfare un‘esigenza generale, non solo della popolazione residente, ma anche dei numerosi turisti che hanno affollano le nostre coste.

Le postazioni di salvamento sono state 32, distribuite a partire dalla Marina di Arborea fino alla spiaggia di S’Abba Drucche (Bosa). Gli addetti del servizio di salvamento, sono stati operativi dalle ore 9.00 alle ore 19.00 tutti i giorni, sia lavorativi che festivi e la loro attività non si è limitata solo all’azione di soccorso, ma anche a quella di controllo, finalizzata alla prevenzione degli incidenti causati da comportamenti errati, sorvegliando attentamente gli arenili e gli specchi d’acqua, informando e sensibilizzando i bagnanti.

Ecco il dettaglio degli interventi effettuati: 

  • Il giorno 02/07/11 a IS ARENAS, post. n°3, verso le ore 17,00 gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo un bagnante;
  • Il giorno 02/07/11 a IS ARENAS, post. n°4, verso le ore 18,00, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo due bagnanti ;
  • Il giorno 10/07/11 a SAN GIOVANNI, post. n°4, verso le ore 17,30, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo un bagnante;
  • Il giorno 18/07/11 a IS ARENAS, post. n°1, verso le ore 17:45, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo un bagnante;
  • Il giorno 29/07/11 a SA MESA LONGA, post. n°1, verso le ore 17,00, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo due bagnanti;
  • Il giorno 31/07/11 a SAN GIOVANNI, post. n°4, verso le ore 12,00, gli assistenti bagnanti hanno prestato soccorso ad un bagnante colpito da crisi epilettiche;.
  • Il giorno 05/08/11 a S’ABBA DRUCHE, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo un bagnante;
  • Il giorno 10/08/11 a S’ANEA SCOADA, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo cinque bagnanti;
  • Il giorno 10/08/11 a IS ARENAS, post. n°1, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo un bagnante;
  • Il giorno 10/08/11 a SAN GIOVANNI, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo un bagnante;
  • Il giorno 10/08/11 a SANTA CATERINA, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo cinque bagnanti;
  • Il giorno 16/08/11 a SA MESA LONGA, post. n° 1, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo un bagnante;
  • Il giorno 18/08/11 a SA MESA LONGA, post. n°1, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo un bagnante;
  • Il giorno 20/08/11 a SANTA CATERINA, post. n°1, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo un bagnante;
  • Il giorno 21/08/11 a SA MESA LONGA, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo un bagnante;
  • Il giorno 27/08/11 a SANTA CATERINA, post. n° 1 gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo due bagnanti;
  • Il giorno 28/08/11 a SA MESA LONGA, post. n°1, gli assistenti bagnanti sono intervenuti per trarre in salvo un bagnante.