Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Sas dies de sa Limba Sarda, il sardo nelle scuole e nei Comuni

21/09/2011  - 

Prenderà il via il prossimo venerdì 23 settembre l'iniziativa sas DIES DE SA LIMBA SARDA, organizzata dall'assessorato alla Cultura - Ufitziu de sa Limba e de sa Cultura Sarda della Provincia di Oristano. L'iniziativa prevede un nutrito programma di incontri nelle scuole superiori e di laboratori nei Comuni che hanno aderito al progetto, nel corso dei quali saranno svolte attività formative e culturali.

Il primo incontro de sas DIES DE SA LIMBA SARDA si terrà, appunto, venerdì 23 settembre 2011, alle ore 17, presso il Centro Servizi Culturali UNLA, in via Carpaccio ad Oristano. Tema dell'incontro: Il bilinguismo – interverranno la prof.ssa Mariella Marras e il prof. Antioco Ghiani, cordinerà Antonio Ignazio Garau.

Le attività formative e culturali sono realizzate dall’Amministrazione provinciale di Oristano in collaborazione con i Comuni di Abbasanta, Aidomaggiore, Albagiara, Ales, Allai, Ardauli, Assolo, Asuni, Baradili, Baratili San Pietro, Baressa, Bauladu, Bidonì, Bonarcado, Busachi, Cabras, Cuglieri, Curcuris, Flussio, Ghilarza, Gonnoscodina, Gonnosnò, Laconi, Marrubiu, Masullas, Milis, Modolo, Mogorella, Mogoro, Montresta, Morgongiori, Narbolia, Neoneli, Norbello, Nughedu Santa Vittoria, Nureci, Nurachi, Oristano, Palmas Arborea, Pau, Paulilatino, Pompu, Riola Sardo, Ruinas, Sagama, Samugheo, San Nicolò d’Arcidano, Santa Giusta, Santulussurgiu, San Vero Milis, Scano di Montiferro, Seneghe, Senis, Siamaggiore, Simala, Sini, Soddì, Solarussa, Sorradile, Suni, Tadasuni, Terralba, Tinnura,, Tramatza, Tresnuraghes, Ula Tirso, Usellus, Villanova Truschedu, Villa Sant’Antonio, Villaurbana, Villaverde, Zeddiani, Zerfaliu.

I laboratori che si terranno nei Comuni sono aperti a tutta la cittadinanza.

Locandina DIES 2011 - Scuole

Locandina DIES 2011 - Comuni

Locandina DIES 2011 - Laboratori

L’Amministrazione provinciale di Oristano, con la promozione di iniziative di grande interesse, ha intrapreso da diversi anni una vasta azione di tutela e valorizzazione dei beni culturali nella prospettiva di una crescita culturale dell’intero territorio provinciale. In quest’ambito ha attribuito particolare importanza alla salvaguardia e valorizzazione della lingua sarda, ritenuta patrimonio culturale delle popolazioni non solo della Sardegna, contribuendo a valide iniziative che hanno anticipato quanto poi stabilito dalle disposizioni comunitarie e dalla successiva legislazione nazionale e regionale in merito alla tutela linguistica.

Dal 2004 è stato attivato l’Ufficio provinciale della Lingua e della Cultura Sarda, che progressivamente si è confermato come punto di riferimento e di coordinamento dell’attività di tutti i Comuni e degli sportelli linguistici comunali ai quali ha sempre assicurato ampio supporto e collaborazione per lo sviluppo e la promozione delle attività di competenza. In particolare nell’ambito della legge 15 dicembre 1999, n. 482, Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche – che attua i principi e i valori sanciti dall’art. 6 della Costituzione, impegnando la Repubblica Italiana e tutti i suoi organi a tutelare la lingua e la cultura delle popolazioni considerate “minoranze linguistiche storiche”, fra cui quella sarda – sono stati realizzati progetti di formazione destinati ai dipendenti pubblici, tra cui il primo corso e-learning in sardo www.dischente.or.it; attività promozionali mediante i mezzi di comunicazione di massa; attività culturali quali su Postale de sa limba sarda, che ha incontrato oltre 4000 studenti e cittadini in tutta la Provincia; produzioni editoriali, lezioni nelle scuole, seminari, convegni e altre azioni volte a sensibilizzare i cittadini ad un maggior uso della lingua sarda in ogni ambito e luogo e ad approfondire le competenze di quanti interessati agli aspetti scientifici della lingua sarda e al suo uso scritto.