Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Seduta del Consiglio provinciale del 25 luglio 2013

26/07/2013  - 

La seduta del Consiglio si apre accogliendo i ragazzi down della squadra di basket, i tecnici e la dirigente Clara Doni, gruppo sportivo, al quale è stata attribuita una targa e, come hanno ricordato il presidente del Consiglio Mauro Solinas, l’assessore allo sport Serafino Corrias e il presidente della Commissione Efisio Carta, di recente a Pescara ha conquistato il terzo posto nei nazionali della disciplina sportiva. Un gruppo affiatato, ha detto Clara Doni, che da anni segue l’Associazione, capace di prestazioni di alto livello agonistico e professionale.

L’Assemblea ha inoltre espresso solidarietà all’assessore Serafino Corrias per le circostanze di pericolosità nelle quali, mercoledì scorso è avvenuto un furto nella propria abitazione di Ghilarza. Poi è stato osservato un minuto di raccoglimento per la scomparsa di Laura Prati 48 anni, sindaco del Comune di Cardano al Campo, Provincia di Varese, deceduta a seguito dell’attentato da parte di un dipendente comunale sospeso dal lavoro.

Quanto all’ordine del giorno dei lavori, il Consiglio ha dato il via libera, astenuti i consiglieri del PD, alle modifiche del Regolamento sulla disciplina dei contratti e rinviato, in attesa di ulteriori approfondimenti, la votazione sull’ordine del giorno della X Commissione consiliare a sostegno delle ZIR. 

Complessa la situazione che deve portare allo scioglimento anticipato o all’alienazione delle partecipazioni detenute dalla Provincia nell’Agenzia per l’Energia Sostenibile SEA. I provvedimenti adottati dal Governo Monti e i successivi pronunciamenti della Consulta, hanno messo in discussione passaggi e competenze in capo alle Regioni a Statuto ordinario e speciale e le funzioni quindi delegate agli Enti Locali, Province comprese. Il presidente della Giunta Massimiliano de Seneen, ha suggerito la sospensione della discussione sul deliberato proposto in attesa di un approfondimento in sede di Commissione. Sulla proposta e sui contenuti dell’argomento sono intervenuti i consiglieri Mario Olla del PDL, Roberto Scema, Battista Ghisu e Mario Tendas del PD, Stefano Figus - Indipendente ed Enzo Saba di Fortza Paris.

Unanime l’approvazione dello schema di convenzione per l’avvio e la gestione delle funzioni e dei servizi previsti dal Piano Locale Unitario dei Servizi alla persona (PLUS), per il triennio 2012-2014, ambito distretto di Oristano. Argomento introdotto dall’assessore ai servizi sociali, Sandro Murana, mentre nella discussione è intervenuto il consigliere Serafino Oppo del PDL lamentando che in aula sia giunto solo il Piano di Oristano. Sull’argomento sollecitata una maggiore speditezza dei rilevanti investimenti finanziari a disposizione.

Rinvio anche per la mozione della Commissione Affari Generali per l’alienazione della casa cantoniera posta sulla provinciale n. 31, a favore del comune di Neoneli. Gli atti non sono chiari e così la loro istruzione, che non chiarirebbe se si tratta di vendita, alienazione, usucapiane o altro, tenuto conto poi che l’edificio a due piani, posto in una invidiabile posizione in località “Assai” sulla provinciale che collega Neoneli ad Austis, risulta ancora appartenere alla Provincia di Cagliari.
La concessione di questi locali è problema molto sentito da alcuni consiglieri provinciali: da Alfredo Mameli a Serafino Oppo, Salvatore Crobu, Battista Ghisu, Stefano Figus e Mario Tendas intervenuti nel dibattito con l’assessore ai lavori pubblici Gianni Pia, tutti a lamentare il fatto come una pratica del genere si trascini irrisolta da due anni e che, ancora non completa, viene sottoposta all’esame dei consiglieri che hanno sollecitato la presenza in aula dei dirigenti responsabili.

Sul patrimonio immobiliare della Provincia, la discussione proseguirà in quanto al momento del dibattito, dopo la illustrazione della mozione presentata dal Gruppo PD, è mancato il numero legale.

Il documento pone alcune domande sull’utilizzo dell’Istituto scolastico di via Lepanto, dismesso da quattro anni, i canoni di locazione pagati per i locali del Provveditorato in via Carducci e l’utilizzo più razionale di altri locali giungendo alla conclusione che forse manca una visione d’insieme sull’utilizzo del patrimonio dell’Ente.

Maggiori pressioni sulla Regione perché riveda il Piano dei rischi idrogeologici nell’area del Terralbese è quanto ha chiesto il consigliere Stefano Figus sostenendo, in risposta all’assessore all’Ambiente Emanuele Cera, ripetutamente intervenuto su questo problema, che la Regione Sarda dispone dei fondi per mitigare l’impatto del piano rischi.