Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Sospensione dell'affidamento dei lavori di manutenzione stradale, la replica dell'assessore alla viabilità

23/05/2014  -  Tematiche: Viabilità

"Strumentalizzare le criticità che oggi tutti gli Enti Locali stanno soffrendo a causa del Patto di Stabilità, con l'unico scopo di alimentare nell’opinione pubblica il dissenso verso la politica o, peggio, verso un amministratore, è un modo di agire irresponsabile."

E' dura la replica dell'assessore Pia alle critiche mosse, a mezzo stampa, da Battista Ghisu, capogruppo del PD in Consiglio Provinciale, in merito alla delibera della Giunta Provinciale con la quale si sospende l'affido dei lavori di manutenzione di alcune strade provinciali.

"Il capogruppo del PD non sta operando per risolvere i problemi, ma solo per una visibilità personale. Siamo chiamati ad amministrare - ha premesso ancora l'assessore Pia - e i problemi si risolvono non certo con i comunicati stampa. L'invito è quello di approfondire le tematiche prima di redigere note utili solo a disinformare e a creare ulteriore disapprovazione da parte dei cittadini".

L'assessore entra, poi, nel merito dei rilievi sul blocco dell'affido dei lavori di manutenzione stradale, gare già aggiudicate, per le quali la Provincia ha stanziato 1 milione e 400 mila euro. Risorse al momento ancora bloccate non per volontà dell'Ente ma a causa dei vincoli del Patto di Stabilità, un blocco che sta mettendo in ginocchio non solo la Provincia di Oristano, ma tutti gli enti locali e soprattutto i Comuni, in particolare quelli sardi.

Gianni Pia ricorda come la Provincia abbia appaltato e consegnato lavori strategici per circa 35 milioni di euro, mentre altri ancora sono in fase di aggiudicazione, secondo i programmi già approvati.

"Prima di redigere il comunicato stampa, il capogruppo del PD avrebbe dovuto dedicare pochi minuti del tempo che impegna quotidianamente in Provincia per appurare lo stato effettivo delle cose. Probabilmente avrebbe avuto chiaro il quadro della situazione - ha replicato Pia - anche se, a dir la verità, già da tempo dovrebbe conoscerlo".

Gianni Pia evidenzia, infatti, aspetti ormai noti, come l’enormità dei tagli operati dal Governo e dalla Regione che hanno determinato una forte diminuzione dei livelli di spesa della Provincia oppure ancora i crediti per diversi milioni di euro che l'Ente ha anticipato per conto della Regione. Fatti, questi, che hanno significativi riflessi negativi sui limiti del Patto di Stabilità.

"Se poi entriamo nel merito dello sforamento del Patto da parte della Provincia, sembra superfluo sottolineare che esso dipende dal complesso delle attività dell'Ente e non del settore Lavori Pubblici. Sembra anche offensivo - prosegue Pia - ricordare ad un amministratore, quale è Ghisu, che l’intera attività dell’Ente è ben più articolata di quella evidentemente immaginata dallo stesso consigliere del PD".

Di certo non è corretto prendere in esame singolarmente problematiche che fanno parte di un più ampio quadro di funzioni e competenze che l'Ente deve garantire. Una per tutte, per esempio, l'assistenza agli studenti disabili che con difficoltà la Provincia è riuscita quest'anno a sostenere.

"In ogni caso - commenta ancora Pia - splafonare dai limiti stringenti del Patto è segno di viatalità amministrativa, significa che l'Ente è ancora vivo e opera per il territorio".

Una situazione che, comunque, si prospetta ancora più preoccupante se verrà confermata l'ulteriore riduzione di spesa di 900 milioni di euro per la Regione Sardegna, una nuova stretta sul Patto di Stabilità.

"Ciò che mi auspico da parte non solo del consigliere Ghisu, ma di tutto il gruppo PD e della minoranza in consiglio provinciale - dichiara l'assessore Pia - è che gli stessi si attivino non con comunicati stampa ma con azioni incisive nei confronti della Giunta Regionale, espressione della loro parte politica, affinchè siano allentati i vincoli del Patto per gli enti locali, con il trasferimento immediato di nuove risorse a sostegno di funzioni e servizi, ivi compreso quello delle manutenzioni stradali."

La conclusione dell'assessore Pia è rivolta alla vicenda della strada consortile di Gonnostramatza, questione anch'essa richiamata dal capogruppo Ghisu.

"Il problema è in fase di definitiva risoluzione - ha concluso Pia - le batoste che qualcuno si auspica saranno i fatti a raccontarle. Solo alla fine, allora, al di là dei comunicati stampa, si vedrà chi ha operato correttamente".