Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Controllo delle zecche, pulci, vespe, mosche, formiche

Le zecche sono piccoli artropodi ematofagi che si dividono in due gruppi: gli ixodidi (zecche a corpo duro) e gli argasidi (zecche a corpo molle). Degli ixodidi la più diffusa nel nostro territorio è la Rhipicephalus sanguineus o zecca del cane, mentre appartiene agli argasidi la Argas refluxus o zecca del piccione. Le zecche preferiscono comunque il cane e solo occasionalmente possono attaccare l’uomo.

La puntura della zecca, come noto, è particolarmente pericolosa in quanto, occasionalmente, possono essere trasmesse all’uomo malattie anche mortali come la rickettsiosi o altre forme allergiche.

Nelle aree urbane, le zecche tendono a colonizzare nelle cucce dei cani e nell’ambiente intorno ad esse, le crepe dei muri, nelle fessure delle pavimentazioni, del terreno e delle strade per cui il servizio ha cura di sensibilizzare la popolazione perché venga fatta un’accurata pulizia delle aree a rischio.

Il massimo sviluppo dell’infestazione si ha generalmente nelle stagioni primaverile ed estiva, con rari episodi anche a fine settembre.

Gli interventi contro le zecche, come anche quelli contro pulci, vespe, moschee formiche, vengono effettuati su richiesta degli Enti pubblici e delle strutture ad uso collettivo, previo accertamento del grado di infestazione da parte del servizio provinciale.